Viaggio di gruppo in India, sulle orme della Tigre del Bengala

alt="Alla scoperta di Abomey, capitale imperiale dell’antico Regno di Dahomey"
Alla scoperta di Abomey, capitale imperiale dell’antico Regno di Dahomey
13 Dicembre 2019
alt="Viaggio in Tajikistan: l'ultima curva"
Viaggio in Tajikistan: l’ultima curva
19 Dicembre 2019

Viaggio di gruppo in India, sulle orme della Tigre del Bengala

alt="Viaggio di gruppo in India, sulle orme della Tigre del Bengala"

Viaggio di gruppo in India, sulle orme della Tigre del Bengala

C’è chi viaggia per vedere posti nuovi e non torna mai negli stessi luoghi e chi, come me, vive il viaggio come una conoscenza da approfondire nel corso del tempo. Non so dire con esattezza quante volte mi sia capitato ma così, su due piedi, direi di essere tornata almeno una volta nel 70% dei paesi che ho visitato. Il alcuni casi, come in Colombia, non si contano sulle dita di una mano. In India sono stata nel 2009 e non sono mai tornata, nonostante me lo riprometta da sempre. Non è stato un viaggio facile da digerire e se è vero che ogni anno ci faccio un pensierino, è anche vero che non so fino a che punto avrei la forza di affrontarlo da sola. Ecco perché quando mi hanno proposto di accompagnare un viaggio di gruppo in India ho esultato di gioia. Potrebbe essere l’occasione giusta per rompere il ghiaccio e riconciliarmi con questa parte di Universo così affascinante e al contempo dannatamente disumana.

Oltre ad alcuni dei must dell’India, come il Taj Mahal di Agra, le meraviglia del Rajasthan con la visita di Jaipur e gli splendidi templi erotici di Khajuraho, il perno di questo viaggio di gruppo in India è la ricerca della Tigre del Bengala attraverso una serie di Jungle Safari nei Parchi Nazionali del Mudhya Pradesh... una figata stratosferica!

Viaggio di gruppo in India, sulle orme della Tigre del Bengala

Dal Taj Mahal ai Parchi Nazionali del Mudhya Pradesh

Ecco l’itinerario dettagliato del viaggio in programma dall’1 al 13 maggio 2020.

1° giorno: venerdì 1 maggio 2020, Italia

Ritrovo all’aeroporto delle rispettive città di partenza. Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza, con volo di linea, per Delhi.

2° giorno: sabato 2 maggio 2020, Delhi (City Tour)

Arrivo all’aeroporto di Delhi la mattina molto presto dove troveremo ad attenderci la nostra guida / autista che ci porterà in albergo. Dopo aver riposato un po’ e aver fatto colazione partiremo alla scoperta di Delhi, una delle più antiche città continuativamente abitate al mondo. Il primo impatto con Delhi – che tra edifici fatiscenti, tombe mushal, polverosi bazar e architettura coloniale mostra l’amalgama perfetto di passato e presente – può essere molto forte. Inizieremo il nostro tour della città con la visita dell’India Gate (monumento ad arco che commemora i caduti in guerra), la Parlament House e il Rashtrapati Bhawan, residenza ufficiale del Presidente Indiano. Ci sposteremo poi al Qutob Minar, il minareto di mattoni più alto del mondo edificato alla fine del XII secolo dall’imperatore afghano Qotub-u-din-Aibak, da cui prese il nome. La tappa seguente ci condurrà all’Humayun’s Tomb, la prima tomba giardino del continente indiano commissionata dalla vedova dell’imperatore moghul Humayan nel 1562. Il complesso, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1993, ha apportato notevoli innovazioni all’architettura dell’epoca confluite poi nel capolavoro indiano del Taj Mahal. Dopo pranzo ci dirigeremo nella parte vecchia di Delhi (Old Delhi) dove visiteremo il Raj Ghat, il memoriale dedicato a Mahatma Ghandi. Costruito sulla riva occidentale del fiume Yamuna, il Raj Ghat sorge nel punto esatto in cui i resti del grande filosofo e politico indiano furono cremati il giorno seguente al suo assassinio per mano di un fanatico indù radicale che gli sparò tre colpi di pistola. Dopo aver omaggiato il padre della nazione, ci sposteremo al maestoso Red Fort – noto anche come Lal Qita – edificato sulle rive del fiume Yamuna da Shah Jahan, uno dei più famosi imperatori moghul. Il palazzo-fortezza, che funse da residenza reale dal 1648 al 1857, fonde le tradizioni islamica, persiana, indu ed europea in uno stile architettonico molto innovativo e deve il suo nome all’arenaria rossa di cui sono composte le sue mura che lo resero per secoli quasi inespugnabile. Termineremo il nostro tour della città con un bel giro in risciò percorrendo gli intricati vicoli di Chandni Chowk, uno dei più antichi e affollati mercati di Old Delhi, e con la visita della Jama Masjid, una delle moschee più antiche e grandi di tutta l’Asia, commissionata da Shah Jahan nella metà del XVII secolo.

Il Red Fort di Delhi, in India

3° giorno: domenica 3 maggio 2020, Delhi – Jaipur

Subito dopo colazione lasceremo Delhi diretti a Jaipur, la Città Rosa, nota per la sua ricchezza culturale e architettonica, l’eccellente manifattura artigianale e la raffinata gioielleria. Raggiungeremo Jaipur nel primo pomeriggio e inizieremo il tour della città con la visita del City Palace che oltre ai palazzi del Chandra Mahal e del Mubarak Mahal incorpora un’impressionante schiera di cortili, giardini ed edifici realizzati con diversi stili architettonici. La parte più affascinante del complesso è oggi adibita a residenza ufficiale della famiglia reale. La tappa successiva ci condurrà al Jantar Mantar (che significa “strumenti per misurare l’armonia dei cieli”), un osservatorio astronomico edificato dal maharaja Sawar Jai Singh tra il 1727 e il 1734.

Il Palazzo dei Venti di Jaipur, la città rosa

4° giorno: lunedì 4 maggio 2020, Jaipur – Ranthambhore NP

La mattina di buon’ora, prima di lasciare Jaipur, visiteremo l’Amber Fort, una fortezza situata ad Amer, a 11 km dalla Città Rosa. L’Amber Fort, così chiamato per il caratteristico colore arancio-giallo, è rinomato per la sua architettura, gli intricati intagli, gli specchi e i lavori in pietra su pareti e soffitti che nel 2013 gli sono valsi l’iscrizione nelle liste del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO. Terminata la visita ci rimetteremo in viaggio diretti al Ranthambore National Park che deve il suo nome all’omonima cittadella fortificata risalente al X secolo.

5° giorno: martedì 5 maggio 2020, Ranthambhore NP (Jungle Safari)

Il Ranthambore National Park è parte della Riserva Naturale di Sawai Madhopur che nel 1973 entrò a far parte del Tiger Project – destinato alla salvaguardia delle popolazioni di tigri indiane – ricevendo lo status di parco nazionale. Al suo interno, oltre alla tigre del Bengala che può essere avvistata facilmente anche di giorno, si annovera la presenza del leopardo indiano, la iena striata, l’orso labiato, il cervo nero e lo sciacallo dorato, giusto per citarne qualcuno. Pur essendo un’area relativamente piccola (282 km²) il parco presenta una ricca biodiversità in termini sia di flora che di fauna e paesaggi a dir poco spettacolari di cui avremo modo di godere nel corso della giornata con due splendidi safari, uno al mattino e l’altro nel pomeriggio.

6° giorno: Mmercoledì 6 maggio 2020, Ranthambhore NP – Agra

Dopo colazione lasceremo il Ranthambore National Park e riprenderemo il nostro viaggio per Agra, una delle destinazioni top del paese. Situata sulle sponde del fiume Yamuna, Agra ospita una delle Sette Meraviglie del Mondo, il Taj Mahal, oltre a vari siti UNESCO iscritti nelle liste del Patrimonio dell’Umanità. All’arrivo la prima cosa che faremo sarà la visita del Taj Mahal, il mausoleo edificato da Shah Jahan in onore della moglie Mumtaz Mahal deceduta nel 1631 durante il parto. La costruzione, in candido marmo, suscita emozioni indescrivibili per la solennità, l’eleganza, la poesia e l’amore che ne traspaiono con l’immagine iconica dell’edificio centrale, finemente scolpito e decorato con pietre preziose, sovrastato dalla grande cupola che si riflette nelle acque di una piscina all’interno del giardino definito da quattro minareti. Dopo esserci inebriati di tanta bellezza ci sposteremo ad Agra Fort noto anche come il Forte rosso di Agra per il colore dell’arenaria utilizzata come materiale da costruzione. Edificato dall’imperatore moghul Akbar come cittadella fortificata su una precedente struttura difensiva dell’XI secolo, il Forte Rosso è famoso per essere stato il luogo in cui Shah Jahan trascorse i suoi ultimi giorni di vita.

alt="Viaggio di gruppo in India, sulle orme della Tigre del Bengala"
Il Taj Mahal di Agra

7° giorno: giovedì 7 maggio 2020: Agra – Orchha – Khajuraho

Al mattino dopo colazione raggiungeremo la stazione ferroviaria dove prenderemo il treno per Jhansi e li troveremo ad attenderci la nostra guida / autista che ci condurrà alla storica città di Orccha adagiata sulle sponde del fiume Betwa. Fondata dal re Rudra Pratap nel 1571, Orchha era la capitale del regno dei Bundela e il suo passato glorioso sopravvive nella caratteristica architettura della fortezza (in mezzo al fiume), dei mausolei e dei templi che hanno perso i mecenati ma non i loro devoti. A Orchha visiteremo il Rai Praveen Mahal e il Raja Temple e poi riprenderemo la strada per Khajuraho conosciuta come la Land of Moon e antica capitale della dinastia Chandela. Unico e irripetibile nel campo dell’architettura religiosa indiana, il complesso di Khajuraho conserva oggi poco più di una ventina degli 85 templi originari risalenti al 950-1150 d.C. Qui l’eros inaspettatamente diventa scultura con la rappresentazione di una serie di icone dall’eccellente maestria artistica e l’imprevedibile spiritualità sensuale che non ha eguali al mondo.

I templi di Khajuraho

8° giorno: venerdì 8 maggio 2020, Khajuraho – Bhandavgarh NP

Dopo la visita del templi di Khajuraho ci sposteremo al Bandhavgari National Park sito nel Madhya Pradesh, in una zona di ondulate colline e verdi pianure. Inizialmente Riserva di caccia del Marajaha Rewa, il Bhandavgargh National Park fu istituito nel 1968 ed è oggi uno degli habitat naturali protetti nell’ambito del Tiger Project. Oltre a vantare la presenza della più elevata popolazione di felini in estinzione del paese, il Bandhavgari National Park ospita leopardi, sciacalli, cervi asiatici, cinghiali, bisonti indiani e numerose specie di volatili.

9° giorno: sabato 9 maggio 2020, Bhandavgarh NP (Jungle Safari)

Trascorreremo la giornata all’interno del Bandhavgari National Park con due uscite di game drive, la prima all’alba e la seconda al tramonto che sono i momenti migliori per avvistare gli animali, quando la giungla è in pieno fermento. Le possibilità di incontrare la tigre qui sono più alte che in qualsiasi altro parco nazionale indiano.

alt="Viaggio di gruppo in India, sulle orme della Tigre del Bengala"
Viaggio di gruppo in India, sulle orme della Tigre del Bengala

10° giorno: domenica 10 giorno 2020, Bhandavgarh NP – Kanha NP

Dopo colazione riprenderemo il viaggio per il Kanha National Park situato in una splendida zona di boschi di sal e brulle praterie con fiumi e torrenti che fungono da rete idrica. Insieme al Bhandavgarh National Park, su una superficie di 940 km2, il Kanha National Park vanta la più alta densità di tigri al mondo ed è anche lui parte del Tiger Project.

11° giorno: lunedì 11 giorno 2020, Kanha NP (Jungle Safari)

Il Kanha National Park è un luogo molto evocativo, lo stesso che ispirò la stesura de Il libro della giungla”di Rudyard Kipling in seguito alla notizia del ragazzino che negli anni Trenta del XIX secolo sarebbe stato allevato da un branco di lupi. Il parco vanta un’incredibile varietà di flora e fauna che potremo ammirare grazie a due safari, il primo al mattino presto e il secondo nel tardo pomeriggio.

12° giorno: martedì 12 giorno 2020, Kanha NP – Jabalpur – Delhi

Dopo colazione lasceremo il Kanha National Park diretti all’aeroporto di Jabalpur e da lì ci imbarcheremo su un volo domestico diretto a Delhi. All’arrivo troveremo il nostro transfer che ci condurrà in albergo e disporremo poi del resto della giornata libera per vivere la brulicante Delhi e sbizzarrirci con lo shopping finale.

13° giorno: mercoledì 13 maggio 2020, Italia

Trasferimento molto presto all’aeroporto di Delhi ed espletamento delle formalità doganali d’uscita. Partenza con volo di linea per le rispettive città di partenza.

La Globetrotter

Sei stato in India? Hai visto la Tigre del Bengala? Che effetto ti ha fatto?

Se ci stai facendo un pensierino e desideri informazioni supplementari (prezzo, alloggi e via dicendo) non esitare a scrivermi compilando il form che trovi in alto a destra (o in fondo al post se stai leggendo da dispositivo mobile). Risponderò con piacere a tutte le tue domande.

Conosci qualcuno che potrebbe essere interessato al viaggio di gruppo in India? Condividi il mio post, grazie!

Diana Facile
Diana Facile
In primis viaggiatrice, tutto il resto a seguire... sempre che abbia un travel davanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *