Viaggio di gruppo in Etiopia, tra le etnie della valle dell’Omo

Visitare Venezia in due giorni: itinerario a piedi nella Serenissima
25 Giugno 2020
alt="Il borgo di Anghiari, uno dei più belli d’Italia, tra arte, storia e letteratura"
Il borgo di Anghiari, uno dei più belli d’Italia, tra arte, storia e letteratura
2 Luglio 2020

Viaggio di gruppo in Etiopia, tra le etnie della valle dell’Omo

Viaggio di gruppo in Etiopia, tra le etnie della valle dell'Omo - PhotoCredits @ViaggiTribali

Non sono mai stata in Etiopia ma ce l’ho nel cassetto da quasi quindici anni a causa di un ex rientrato da un viaggio nella valle dell’Omo che me l’aveva decantata a non finire. Non è sicuramente un paese facile da girare da sola zaino in spalla, rigorosamente low cost, per cui ho sempre rimandato in attesa del momento giusto che, COVID permettendo, potrebbe essere quest’anno. Viaggi Tribali, specializzato nel paese (lo scorso anno ha vinto anche un premio), mi ha affidato l’accompagnamento del viaggio di gruppo in Etiopia in formula SMART per la fine di novembre. Quando dico specializzato nel paese non lo dico per dire. Massimo e Barbara hanno un piede in Italia e l’altro in Etiopia e la amano con la stessa intensità con cui io amo la Colombia per cui non ho dubbi che sarà il viaggio perfetto. Date un’occhiata al programma. Oltre a essere un viaggio assolutamente economico, è un viaggio protetto… il vantaggio di tenere i piedi in due scarpe!

Viaggio di gruppo in Etiopia, tra le etnie della valle dell’Omo

Ecco l’itinerario dettagliato del viaggio di gruppo in Etiopia in programma dal 27 novembre all’8 dicembre 2020.

1° giorno: venerdì 27 novembre 2020, Italia

Partenza, dai principali aeroporti italiani. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno: sabato 28 novembre 2020, Addis Abeba – Jinka (volo)

Giornata dedicata alla scoperta della capitale con la visita prevista al Museo Etnografico Nazionale, considerato nel suo genere di gran lunga il migliore d’Africa e la visita al Museo Archeologico. Lodge.

3° giorno: domenica 29 novembre 2020, Jinka – Mursi (Mago National Park) – Turmi

Dopo colazione, visiteremo il villaggio Mursi sito all’interno del Mago National Park. La loro lingua è quella sudanese, un ramo di quella nilo-sahariana. Coltivano e usano il miele come medicina. Usi e costumi, le tipiche acconciature e i loro corpi scultorei dipinti li rendono celeberrimi in tutto il paese. Le donne Mursi sono famose per la loro cura del corpo e la gioielleria tribale che le contraddistingue, in particolare per l’uso del piattello labiale. Arrivo a Turmi, capitale Hammer, per il pernottamento in tenda.

4° giorno: lunedì 30 novembre 2020, Turmi – Karo – Nyangatom – Hammer – Turmi

Giornata dedicata alle tribù Nyangatom e Karo. I Nyangatom vivono sulla riva occidentale del fiume Omo. L’abbigliamento tradizionale delle donne è fatto di pesanti e innumerevoli collane e lunghe gonne fatte con pelli di capra riccamente decorate. Le collane erano tradizionalmente realizzate con semi secchi, ma negli ultimi anni sono state in gran parte sostituite con perle di vetro colorate provenienti dal Kenya. Le donne si decorano anche con scarificazioni ornamentali sui loro volti, petti e pance. La tribù dei Karo invece, è una popolazione di ceppo nilotico che vive in minuscoli villaggi di capanne. I Karo hanno una struttura corporea estremamente atletica con un’altezza media per i maschi di un metro e novanta. Le loro pitture corporali sono uniche e colorate, usano fiori e qualsiasi altra forma di decorazione per abbellire i loro meravigliosi corpi. Visita all’interessante mercato Hamer dove potremo assistere al locale scambio di beni e merci.  Rientro a Turmi. Pernottamento in tenda.

5° giorno: martedì 1 dicembre 2020, Turmi – Omorate etnia Dassanech – Dimeka – Turmi

Visita ad Omorate, in particolare ai Dassanech che vivono lungo le sponde del lago Turkana.  Le donne usano particolari acconciature, gonne in pelle e a volte un particolare piercing alla bocca. Collane colorate ne disegnano i corpi. Alcuni, uomini, come tutte le popolazioni dell’Omo Valley, sfoggiano dei poggiatesta (cuscini) o sgabelli in legno. Vivono di pesca e sono famosi in Etiopia per la caccia ai coccodrilli. Passaggio per Dimeka. Rientro a Turmi. Pernottamento in tenda.

Ps Durante il soggiorno a Turmi potremmo sostituire alcune delle visite indicate con la celebrazione del “Salto del Toro” (se disponibile). Questa cerimonia Hamer decreta il passaggio alla maggiore età. Il ragazzo, se riesce a superarla, è nella possibilità di sposarsi. Le donne adornate con meravigliosi abiti di perline e di pelle cominciano con canti e danze tradizionali fischiando e soffiando in alcuni corni. Poi le stesse donne si sottopongono a fustigazione per dimostrare la propria forza e resistenza e invitano i Maza a farlo. I Maza sono ancora single e di recente hanno effettuato la cerimonia del salto del toro. Hanno una decorazione fatta di piume, collane, bracciali e arrivano con lunghi e sottili rami flessibili che saranno usati per lo scopo. Più profondi ed estesi sono i segni sulla schiena delle donne, più il ragazzo è vicino a diventare uomo. Alla fine il giovane si sottopone alla prova. Dovrà saltare completamente nudo sul dorso dei tori messi in fila e questo più volte consecutivamente. Questi bovini sono vacche e buoi castrati, che rappresentano le donne e i bambini della tribù. Il bestiame a volte viene imbrattato di sterco per rendere il salto molto più impegnativo.

alt=" Viaggio di gruppo in Etiopia, tra le etnie della valle dell'Omo - PhotoCredits @ViaggiTribali"
Viaggio di gruppo in Etiopia, tra le etnie della valle dell’Omo – PhotoCredits @ViaggiTribali

6° giorno: mercoledì 2 dicembre, Turmi – Arba Minche

Dopo la prima colazione, partenza da Turmi, Lungo il tragitto, ammireremo un bellissimo paesaggio e sosteremo per scattare diverse fotografie.  Sistemazione per la cena e pernottamento. Lodge.

7° giorno: giovedì 3 dicembre 2020, Arba Minch – villaggio Dorze (Chenca)

Dopo la colazione faremo un’escursione in barca sul lago Chamo: potremmo vedere il mercato dei coccodrilli dove questi giganti africani prendono il sole sulla riva con gli ippopotami. Questo lago è ricco di molte specie di pesci, come il tiger fish, il gigantesco persico del Nilo e molti altri, immersi in una natura meravigliosa. Siamo in zona Dorze le cui case sono uniche e meravigliose, si tratta di edifici alti fino a dodici metri a forma di alveare. Visiteremo a seguire un villaggio Dorze. Attraverso una strada di montagna si raggiunge il villaggio di Chenca, a oltre 2000 metri di altitudine sul lago Chamo (ex lago Ruspoli). Da qui si domina uno splendido paesaggio su Arbaminch, e la vastità e bellezza dei suoi due laghi. La zona è particolarmente interessante perché abitata da una comunità di tessitori di cotone che vivono in caratteristiche capanne, i Dorze. Cena e il pernottamento al Dorze Lodge (case tradizionali locali).

8° giorno: venerdì 4 dicembre 2020, Chenca – Awassa

Inizia il rientro verso nord. Si prosegue verso Awassa attraverso una terra di paesaggi vari e affascinanti particolarmente adatti a riprese fotografiche e cinematografiche. L’area è spettacolare e non mancheranno le soste per catturare immagini e incontri preziosi. Pernottamento ad Awassa in hotel.

9° giorno: sabato 5 dicembre 2020, Awassa – Bale Mountains National Park

In mattinata visita al famoso mercato del pesce di Awassa. Trasferimento allo splendido Bale Mountains National Park. Durante il tragitto visita al Dinsho Park per il primo assaggio di paesaggio alpino africano. In questo Parco c’è il famoso nyala di montagna e si trova il Monte Deemtu Tulli, la seconda montagna più alta del paese (4.377 metri d’altitudine). Pernottamento in hotel.

10° giorno: domenica 6 dicembre, Bale Mountains National Park

Al Bale Mountains National Park potremmo cercare la famosa volpe rossa. Pic-nic in corso di visita. Potremmo passeggiare e ammirare il meraviglioso paesaggio che il parco ci regala nella sua meravigliosa unicità. Hotel.

11° giorno: lunedì 7 dicembre 2020, Bale Mountains National Park – Addis Abeba

Trasferimento ad Addis Abeba e visita al lago di Zway con pranzo. Camere di cortesia a disposizione come da prenotazione, dove potersi rinfrescare e riposare. In serata, cena in ristorante tradizionale. Al termine, trasferimento all’aeroporto, in tempo utile per il volo notturno di rientro verso l’Italia.

12° giorno: martedì 8 dicembre 2020, Italia

Arrivo nei principali aeroporti italiani.

La Globetrotter

Se desideri informazioni supplementari (prezzo, alloggi e via dicendo) su questo viaggio di gruppo in Etiopia non esitare a scrivermi compilando il form che trovi in alto a destra (o in fondo al post se stai leggendo da dispositivo mobile). Risponderò con piacere a tutte le tue domande.

Conosci qualcuno che potrebbe essere interessato al viaggio di gruppo in Indonesia? Condividi il mio post, grazie!

Diana Facile
Diana Facile
In primis viaggiatrice, tutto il resto a seguire... sempre che abbia un travel davanti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *