L’accoglienza di Salvador de Bahia

Che mi sarei innamorata di Salvador de Bahia era scontato…. Che il colpo di fulmine fosse così immediato un po’ meno! O forse si, ed è proprio questa la ragione per cui, nonostante Salvador fosse uno dei miei sogni nel cassetto, ho atteso tanto tempo prima di realizzarlo! Amo le passioni forti e al contempo le temo perché dapprima mi riempiono e poi mi devastano! D’altronde una vita priva di emozioni che vita sarebbe?

Ma questi sono solo vaneggiamenti… perché, come ben sapete, per me viaggiare non è una “splendida malattia” bensì un dono… e non solo! Ho appena scoperto che il viaggio è anche la miglior medicina esistente sul mercato! Sono mesi che mi porto dietro un “problemino di salute” apparentemente irrisolvibile! Niente di particolarmente grave ma in ogni caso invalidante!

È da quando sono rientrata dal Perù infatti, ed era la fine di marzo, che mi imbottisco di ogni sorta di farmaco possibile e immaginabile! Mi sono persino sottoposta a un interventino ambulatoriale, dolorosissimo, nel tentativo di risolvere il problema… senza risultato alcuno! Ero disperata e rassegnata e vi assicuro che se non fosse successo a me non ci crederei, ma sbarcata a Salvador de Bahia, dopo un viaggio a dir poco rocambolesco e due notti passate in aeroporto pur di risparmiare qualche centinaia di euro, è passato tutto! Beh… quasi tutto! Diciamo che mi sono ristabilita al 95% ma vi assicuro che non ci speravo più…

alt="Sulla spiaggia di Salvador de Bahia"

Sulla spiaggia di Salvador de Bahia

Quindi eccomi qui, sana e salva, già perdutamente innamorata di questo posto, di questo clima, di questi colori, di questa gente e di questa energia, ospite  di una famiglia brasiliana conosciuta tramite il couchsurfing, una coppia mista (Sheila di Salvador e Amoba indiano) con una splendida bambina che porta il mio nome! Chissà che pure lei non diventi una Globetrotter!

Tre giorni che mi hanno permesso di entrare nello spirito di questo popolo così solare e pieno di vita nonostante i problemi e le difficoltà… Sheila e la sua famiglia mi hanno aperto le porte di casa loro come se fossi una vecchia amica venuta da lontano, senza sapere assolutamente nulla di me! Che dire… è stata un’esperienza fantastica! Una storia “assurda” la loro, come quella di tante persone qui in Brasile, almeno dal punto di vista di noi italiani conservatori, ma sempre, e dico sempre, con il sorriso sulle labbra!

E dal cuore di una famiglia brasiliana sono passata al cuore di Salvador e al Pelourinho, ove mi sono recata ieri, che mi ha lasciata con il fiato sospeso.

L’energia che vi si respira è realmente magica. Non amo le grandi città, è risaputo, ma credo che questo sia un posto in cui valga la pena fermarsi un po’ più a lungo e visto che il tempo non mi manca, voglio impregnarmi dell’energia bahiana prima di riprendere il viaggio…

alt="Il Pelourinho di Salvador de Bahia"

Il Pelourinho di Salvador de Bahia

Insomma ragazzi… giusto due parole per dirvi che sto bene, mi sento rinata, sono felice e piena di entusiasmo, pronta a iniziare e condividere con voi quest’avventura in terra brasiliana! Vi lascio con qualche scatto e vi abbraccio forte. A prestissimo.

La Globetrotter

Se stai organizzando un viaggio in Brasile e cerchi ispirazione o consigli, ti potrebbe interessare leggere il mio post Viaggio in Brasile. Itinerario e consigli, da Bahia alle spiagge del Nord-Est

Se non vuoi perderti nemmeno un articolo di La Globetrotter iscriviti alla newsletter mensile!

 

12 comments

  1. Riccardo

    Se il buongiorno si vede dal mattino si può tranquillamente affermare che questo viaggio lascerà un segno profondo dentro di te..bellissime le tue foto del pelourinho. Ci sentiamo presto Globetrotter.

    • Diana
      Author

      Sicuramente Riccardo… poi tu che conosci il mio “problemino” mi capisci più di chiunque altro, giusto? un abbraccio

    • Diana
      Author

      Grazie a te Sheila! Il tuo italiano e’ eccellente… Continueremo il nostro interscambio culturale nei prossimi giorni

    • Diana
      Author

      No infatti direi proprio di no Roby… (quasi) sicuramente per i prossimi 15;20 mi fermo a Salvador, eventualmente con qualche gita fuori porta, poi boh, tante idee e niente di concreto per ora…

  2. petra

    In questa mattina fredda qui..dall’altra parte del mondo.. il pensiero che almeno tu stia in un bel posto pieno di sole e di sorrisi mi scalda il cuore!
    Che bello che hai trovato subito delle persone così accoglienti e dei posti così entusiasmanti. Continua così!

  3. Cristina

    Ciao cara Diana 🙂 eccomi qui a leggerti e a scriverti, piena di emozione come quella che metti tu in quello che stai facendo..!! Se ti penso sorrido… avanti così Amica!

    • Diana
      Author

      Cara Cri, che piacere sapere che mi leggi e che riesco a farti sorridere! Dai che presto pure tu inizierai il tuo viaggio… ti aspetto!

  4. rita

    Cara Diana, ti confesso che leggo solo ora, per la prima volta questo tuo post…..e sono tornata indietro di quasi 6 mesi….Quante emozioni a posteriori, conoscendo tutto il trascorso di quel periodo…..Si sono certa che Salvador de Bahia abbia “scolpito” dentro di te un viaggio inaspettato e indimenticabile sotto tantissimi aspetti….Un abbraccio Diana, ricordati di aver sempre cura di te stessa…..Bacio

    • Diana
      Author

      Certo Rita, anche se sembro una scalmanata… sono molto prudente! E giusto ieri mi è venuta la saudade de Brasil!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *