Category: India

India, un paese mistico, leggendario e terribilmente affascinante. Un paese in grado di rompere qualsiasi punto di riferimento e di lasciare a bocca aperta anche il viaggiatore più pragmatico. Un paese che puoi scoprire, vedere, visitare, odiare, amare. Ma un paese che difficilmente riuscirai a conoscere davvero, nella sua intimità e nella sua essenza.

L’ho odiata all’inizio. L’ho odiata profondamente e volevo fuggire. Lì per lì non sono riuscita a separare il bello dal brutto. La realtà, aberrante, ha preso il sopravvento a discapito della spiritualità.

Oggi, a distanza di anni, sento il desiderio di tornarci. Tornarci con la consapevolezza che non devo cercare risposte né aspettarmi di capire. Devo limitarmi ad accettare. E’ questo lo spirito con cui affrontare l’India. Forse l’unico modo per apprezzarla e amarla senza soffrire troppo.

Una carrellata di ricordi del mio viaggio del 2009- Da Kokata a Gaya e Bodgaya, Varanasi, Kajuraho, Agra, Jaipur, Bikaner e Delhi.

LA STORIA DI TERESA, L’INFERMIERA MIRACOLATA A KOLKATA

Questa non è solo la storia del mio viaggio in India e del mio impatto, devastante, a Kolkata. Questa è la storia di Teresa, la storia di una vita dedicata agli altri. La storia di un’infermiera che in India ha trovato la sua dimensione.

IL TAJ MAHAL, PASSIONE DI SULTANI

Il Taj Mahal, una delle Sette Meraviglie del Mondo Moderno, è il mausoleo dell’amore costruito dall’imperatore Shan Jahan per consacrare l’unione, anche dopo la morte, con la diletta Mumtaz-Mahal, la favorita del palazzo.

I TOPI SACRI DEL KARNI MATA TEMPLE, IN RAJASTHAN

C’è chi venera i santi e chi venera i topi e in India hanno dedicato un tempio a questi graziosi animaletti.Si tratta del Karni Mata Temple, nei pressi di Bikaner. Perché in India il topo è sacro e lo venerano con una devozione inimmaginabile.

VARANASI, LA CITTÁ DELL’ANIMA

Sono a Varanasi, la città mistica del fiume Gange. È qui che gli induisti si bagnano per purificarsi di tutti i peccati. Il sogno di ognuno è quello di morire e di essere cremato a Varanasi per interrompere il Samsara, il ciclo della reincarnazione, e assicurarsi la liberazione.